44 animali illustrati, in fila per 6 col resto di 2: Intervista a Marisa Ventura!

Arriva da Macerata ed il suo mondo è pieno di animali di ogni sorta.
Come potevamo quindi non chiamarla per la nostra mostra ZOO • Animalia che invaderà il prossimo Ludicomix?
Ecco a voi… Marisa Ventura!


Nata a San Severino Marche (MC), si laurea in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata nel 2007.
Nel 2008 e 2009 vince “Matite per la pace”, concorso realizzato dalla Scuola Internazionale di Comics. Sempre in questi due anni vengono pubblicate alcune sue illustrazioni su “Young Blood”, annuale dei giovani talenti italiani premiati nel mondo, edito dalla rivista NextExit.
Nel 2009 si iscrive al Master Ars In Fabula. Nel 2010 un suo progetto viene selezionato al concorso “Città del Sole”.
Nel 2013 illustra il suo primo libro “Favole per bambini prodigio” edito da Editori Riuniti.
Nel 2014 viene selezionata al concorso “I colori del sacro”.
Lavora come illustratrice freelance.

Cinque parole a vanvera su Marisa Illustratrice
Matita, pigra, autunno, tisana, particolari.

Cinque parole a vanvera su Marisa persona
Disordinata, smemorata e poi non ricordo più.
Una dote/caratteristica che non può mancare ad un disegnatore?
La perseveranza.
Cosa odi di più del tuo lavoro?
La difficoltà di farne un lavoro.
Ah già… The o caffè?
Caffè a tutte le ore.
Qual è il tuo animale guida?
I miei due cani angeli Arturo e Camillo.
Quali caratteristiche/capacità animali vorresti avere?
La coda.
Sei un animale da branco o solitario?
Credo di essere un animale solitario.
Qual è la città toscana che preferisci?
Ne ho da vedere ancora molte, finora ho apprezzato Firenze, Arezzo, Cortona.
Qual è il piatto toscano che preferisci?
La Ribollita.
Qual è la parola toscana che ti fa più ridere e quella che proprio non capisci?
Mi fa tanto ridere sciliege.
Di quelle che non capisco, la prima che mi viene è l’espressione  
A me ‘un mi incicci.
Lancia una sfida alle Vanvere!
Stampare un bel catalogo di illustratori che avete intervistato 🙂
Condividi!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn