Marco Bonatti: intervista a un Principe non ranocchio

Il secondo illustratore che vi presentiamo per ZOO-Animalia è… Marco Bonatti!
Classe 1986 di Desenzano del Garda, arruolato nell’esercito delle arti visive fin da piccolo, gli storici narrano che il suo battesimo del fuoco avvenne in quinta elementare quando si cimentò nella copia, tempera su carta, del dipinto “campo di grano con volo di corvi” firmato Vincent Van Gogh…
…l’opera fu accolta freddamente dalle istituzioni con un sufficiente…battaglia persa…ma la guerra sarebbe continuata fino ai giorni nostri.

Attualmente il Bonatti ha pubblicato con l’editore Zoolibri l’albo illustrato “Il Principe non ranocchio” scritto da Manuela Monari e porta avanti la battaglia del progetto “Cosi che cavalcano cose”.

Ecco la nostra mini intervista a Vanvera per Marco!

Presentati… cinque parole a vanvera su Marco illustratore.
Disegno, animali, Cosi che cavalcano Cose, sirene e albi illustrati.

Cinque parole a vanvera su Marco umano.
Romantico, riservato, socievole, buono… dark.

Una dote/caratteristica che non può mancare ad un disegnatore?
Photoshop! No scherzo, avere delle solide basi di tecnica del disegno.

Cosa odi di più del tuo lavoro?
Digitalizzare i lavori realizzati con tecniche tradizionali, tipo l’acquerello, non mi danno quasi mai soddisfazione vederli sullo schermo e poi odio le prove di stampa, perché c’è sempre qualcosa che non va, quindi la post produzione di un’illustrazione in generale.

Ah già… The o caffè?
Caffè.

Qual è il tuo animale guida?
Credo gatto.

Quali caratteristiche/capacità animali vorresti avere?
Farò una play list:
1: Caratteristica gatto “fare le fusa“. Così proverò una volta per tutte l’estasi che a quanto pare, provano i gatti mentre le fanno.
2: Caratteristica volatili “volo“. Così viaggerei di più, inoltre, non dovrei pagare nessun biglietto.
3: Caratteristica del drago, “animale leggendario“. Essere una leggenda (No vabbè questa è una cazzata).

Sei un animale da branco o solitario?
Un animale solitario.

Qual è la città toscana che preferisci?
Quella che per ora ho visitato di più, Firenze.
Ma forse Empoli la scavallerà!

Qual è il piatto toscano che preferisci?
Nel mio piatto metterei: il prosciutto Toscano, la porchetta e probabilmente i panigacci anche se non ho ancora avuto l’occasione di mangiarli e una bottiglia di vino a caso.

Qual è la parola toscana che ti fa più ridere e quella che proprio non capisci?
Ho fatto una ricerca, lo ammetto, e per ora Popone, alias melone, vince.

Lancia una sfida alle Vanvere!
Sfido Le Vanvere a venire a trovare i miei gatti Banzai e Stuka a Desenzano!
E’ una sfida perché sono molto feroci!

La sfida di Marco Bonattiè perfetta per noi che amiamo le gite e i teneri gattini feroci!
Aspettando il giorno della partenza (prima o poi arriviamo eh!) Celina ha pianificato il viaggio così!

Tutte le sfide le raccogliamo QUA!

Potete inseguire Marco mentre cavalca cose su
www.behance.net/marcobonatti
marcobonatti.tumblr.com/

Share on FacebookPin on PinterestShare on TumblrShare on Google+Email this to someone

Comments are closed.